Ultimi articoli

Anteprima – Sanctuary: The Keepers Era su Kickstarter

La campagna Kickstarter è in corso in questi giorni, dopo il successo di Volfyirion Tabula è tornata con un gioco di carte 1vs1 tutto italiano.

Qualche tempo fa ero stato invitato da Tabula Games a provare questo gioco. Mi piacciono i giochi di carte 1vs1, avevo provato Volfyirion, ho consumato l’app di Star Realms, quindi ho accettato molto volentieri. Le settimane passano, ma quando è ora di provare il prototipo, arriva la versione live di Pandemic e non ci si può muovere di casa, la prova quindi salta e la campagna Kickstarter parte. 

Complici dei livelli di pledge molto interessanti (uno su tre, quantomeno), oggi siamo già a 175mila € su 55mila richiesti, ecco come funziona il gioco a grandi linee. 

È un periodo di guerre e meraviglie nel mondo fantasy di Elnerth, è l’Epoca dei Custodi. I Custodi si battono per proteggere le loro Essenze, energie ancestrali che sono in grado di domare e incanalare grazie ai Rifugi. 

Sei uno dei Custodi e il tuo obiettivo è quello di sconfiggere gli altri, evocando il tuo esercito di accoliti e distruggendone i Rifugi. 

Ok, l’ambientazione non sembra particolarmente avvincente, detta così, ma migliora se leggete la pagina del sito di Tabula dedicata alla storia di Sanctuary (in inglese).

Sanctuary: The Keepers Era è un gioco che vede due fazioni scontrarsi su un campo di battaglia diviso in quattro aree, ovvero i quattro Rifugi che ogni giocatore pone davanti a sé a inizio partita. 

Il gioco è molto lineare: nel proprio turno si prendono due cristalli dalla riserva e si usano per pagare il costo di carte da giocare dalla propria mano, a fine turno si scarta ciò che non si desidera tenere in mano e si ripristina la mano di quattro carte.

Quali sono i punti che differenziano questo gioco da Volfyrion? 

Ho già accennato che il campo di battaglia ha quattro “corsie”, divise in zone: d’attacco e di difesa (per ogni giocatore), quindi è possibile giocare le proprie unità per difendere un proprio rifugio o per dare l’assalto a uno avversario. Fate bene attenzione a dove posizionate le carte! 

I Rifugi non sono carte tutte uguali come le città di Volfyirion, per continuare con il paragone, ma sono peculiari e hanno punti Aegis e Splendore. La prima è l’integrità strutturale del Rifugio (se scende a zero potete salutarlo), mentre il secondo, se portato al massimo, attiva l’abilità del Rifugio, influenzando così il gioco.

Asimmetria: non c’è più un mazzo comune, ma ognuno ha il proprio mazzo. Ci sono due “famiglie” (Terre dell’Alba e Terre del Crepuscolo) con tre fazioni l’una, ognuna con un suo stile di gioco, ci sono quelli che attaccano in modalità berserk, quelli che fanno risorgere i morti (la pila degli scarti), quelli che zigzagano come se non ci fosse un domani (e su un campo di battaglia a zone…) 

Le carte si pagano: certo, ci sono anche carte gratuite, ma le carte più potenti vi costeranno cristalli. 

C’è un campione, è la vostra unità più potente, non si mescola nel mazzo, l’avete subito a disposizione (va comunque pagato e quando viene sconfitto va rimosso dal gioco. 

Pro

  • Asimmetrico, multi fazione -> Longevità 
  • Tante ilustrazioni diverse, molto curate. 
  • La scatola con tutti i mazzi e il cassetto per i playmat è fighissima, non a caso abbiamo solo 27 sostenitori che hanno scelto il livello da tre mazzi e 4275 hanno scelto la scatola completa.

Incognita

  • Bisognerà capire come impatta il flusso di gioco sulla fluidità della partita, questo determinerà la voglia di rigiocare a Sanctuary, ma quello lo si può scoprire solo giocandoci qualche volta. Invito preventivamente tutti coloro che ci giocheranno a leggere bene il regolamento, vista la passata esperienza con le domande su KeyForge che erano più sulla incapacità di comprendere l’italiano che sulla chiarezza del regolamento stesso.

Contro

  • Asimmetrico, multi fazione -> è stato bilanciato a sufficienza? In un’intervista sulla Tana dei Goblin l’autore ha spiegato di averci lavorato a lungo, ma avrei preferito che questo fosse un LCG, per poter correggere la rotta, in caso di necessità, visto che anche il già citato KeyForge non è stato esente da questo problema, pur avendo la potenza di fuoco di una casa editrice molto più grande alle spalle.
  • Gioco in lingua inglese, rileggete l’incognita al punto precedente.

Mancano ancora 8 giorni alla fine della campagna, se ho attirato la vostra attenzione su questo gioco, eccovi il link, la scatola dell’edizione Kickstarter può essere a casa vostra con circa 50€ (data prevista per la consegna marzo 2021, per cui hanno tutto il tempo di fare un buon lavoro con la produzione).

Per acquisti a più breve termine, vi ricordiamo che il nostro Rifugio si trova su MagicMerchant.it

Francesco "The Doctor"

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *